Dal luna park per i piccoli al mercatino per i grandi, torna la fiera di Natale a piazzale Giotto

Dal 28 ottobre al 6 gennaio, dalle 16 all’1 di notte, in piazzale Giotto prende vita la Fiera Pala Giotto. In un solo luogo una fiera natalizia, uno tra i più grandi luna park della città e tanti spettacoli.

Un vero e proprio villaggio che nasce dall’esigenza di creare uno spazio polifunzionale, fruibille tutto l’anno e che possa accogliere le esigenze del tessuto imprenditoriale siciliano, nell’ottica di regalare un’opportunità di visibilità e risalto alle proprie iniziative. Una manifestazione per tutti che concilia divertimento, shopping, arte, cultura e spettacolo. Più di 100 espositori e il più grande parco giostre della Sicilia con attrazioni nazionali e internazionali. 

Fino al 6 gennaio giochi e attrazioni per tutti. Giostre per bambini e adulti al costo promozionale di solo un euro. Il parco giochi, in convenzione con Radio Tivù Azzurra (in diretta dalle ore 18 alle 21), offre divertimento per tutti a costi contenuti, anzi a solo un euro. Dalla casa degli orrori al Red Devil , Star Trek, Music Express, la Torre di 40 metri, il giro in autoscontro, tutte le attrazioni presenti all’interno del Luna Park di piazza Giotto sono aperte al pubblico tutti i giorni dalle ore 16. 

Una tensostruttura di 1600 mq al coperto e un terreno di oltre 7.000 mq asfaltato e recintato per lunapark, motor show, circhi equestri, fast food, fiera nautica, esposizione di auto d’epoca e tanto altro. 

Boccadifalco (26)-2

Le Vie dei Tesori, il programma del weekend dall’11 al 13 ottobre 2019 „ Le Vie dei Tesori, dall’aperitivo tra gli aerei di Boccadifalco al tour di notte all’Orto Botanico

Le Vie dei Tesori, il programma del weekend dall’11 al 13 ottobre 2019

Guardare, ammirare, ascoltare, assaggiare. è il leitmotiv de Le Vie dei Tesori. Che mai come quest’anno propone “esperienze”. Questo secondo weekend – da venerdì 11 a domenica 13 ottobre – ci sarà veramente da dover scegliere: visite teatralizzate in costume, tour in un quartiere che rinasce con l’arte, concerti preziosi. Apriranno le porte sia Prefettura che la Banca d’Italia, e sarà una delle poche occasioni possibili per visitare le sorgenti da cui si trae l’acqua che arriva in città. Da venerdì a domenica, ogni giorno emozioni diverse: da prenotare su www.leviedeitesori.it 

Andiamo con ordine. Perché oltre ai 160 luoghi che apriranno di nuovo le porte – a Palermo e Catania il festival durerà ancora quattro weekend, nel Ragusano solo due –  si potrà sedere al fianco di Delia, l’ultima Whitaker, per sentirla raccontare del tè delle cinque e della servitù in livrea, a Villa Malfitano; o ascoltare Minicu, poeta per disgrazia che appare dai saloni di Palazzo delle Aquile. Si potrà sorseggiare un calice di bianco Planeta osservando i minuscoli velivoli allineati come soldatini nell’immenso hangar dell’aeroporto di Boccadifalco: siamo al tramonto, e se non amate gli aerei, raggiungete invece Palazzo Asmundo per un aperitivo elegante guardando da vicino la Cattedrale.

Dopo la visita e il calice, correte all’Orto Botanico perché di notte le piante sembrano bisbigliare. Ve le farà scoprire il direttore dell’Orto in persona, Rosario Schicchi. Il secondo dei concerti preziosi nei “tesori” si svolgerà all’oratorio di San Lorenzo e si srotolerà sulle note del tango dei duo Sambossa (flauto e chitarra); si scoprirà Danisinni che sta risorgendo tramite l’arte: un tour tra la “fattoria sociale” con gli animali da cortile, in un fazzoletto verde tra i palazzi, Danisinni Circus sotto un tendone colorato, le esperienze di teatro di comunità con il Massimo, il pranzo socialela domenica su un unico tavolo affacciato sugli orti.

Tra i tantissimi siti disponibili, ce ne sono alcuni che apriranno solo questo weekend, e su prenotazione, e non bisogna lasciarseli scappare: pochissimi posti per l’ottocentesca Villa Whitaker, in via Cavour (da non confondere con Villa Malfitano Whitaker in via Dante) si camminerà sui passi di Joss Whitaker per scoprire saloni e giardini di quella che oggi è la Prefettura. E se non riuscite a visitarla, prenotate subito la visita a Villa Pajno, la residenza del Prefetto che sarà invece disponibile il prossimo fine settimana (18-20 ottobre e non 25-27 come annunciato in un primo tempo).

Sarà aperta – per questo unico weekend – la Banca d’Italia dove vi racconteranno la strana storia di un ordigno che si incastrò nel solaio sotto il bombardamenti del ’43 e non esplose mai. Infine, si potranno raggiungere le sorgenti del Gabriele, un luogo dell’anima, stranissimo e del tutto sconosciuto a parecchi palermitani: qui sgorga ancora acqua limpidissima, la stessa che alimenta l’acquedotto della città. Orari, date, luoghi e disponibilità su www.leviedeitesori.it. “

Potrebbe interessarti: http://www.palermotoday.it/eventi/le-vie-dei-tesori-programma-11-13-ottobre-2019.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/PalermoToday/115632155195201

BEER BUBBLES (FESTIVAL DELLE BIRRE ARTIGIANALI 2019 6-7-8-9- GIUGNO DALLE H 12:00 ALLE 01:00)ingresso libero.

BEER BUBBLES (FESTIVAL DELLE BIRRE ARTIGIANALI 2019 6-7-8-9- GIUGNO DALLE H 12:00 ALLE 01:00)ingresso libero.

Nell’area pedonale compresa tra i Quattro cantie l’ Arco Cuto’,ribattezzata ZAF  – ZONA ad ALTA FERMENTAZIONE, da GIOV.6 a DOM.9 GIUGNO sono previste 48 ore di FERMENTO, LA PIU GRANDE KERMESSE BRASSICOLA SICILIANA OSPITA:

30 BIRRIFICI
15 REALTA’ GASTRONOMICHE 
AREA VINTAGE
WORKSHOP
BANDS E PERFOMANCE ARTISTICHE 

Piazza Rivoluzione, la Fontana del Genio verrà riconsegnata alla città „Lavori finiti, Palermo si riprende la Fontana del Genio

Piazza Rivoluzione, la Fontana del Genio verrà riconsegnata alla città
„Conclusa la scrupolosa opera di restauro. Il rifacimento del monumento è stato finanziato dai soci della cooperativa Coop Alleanza 3.0 e patrocinato dal Comune di Palermo. Appuntamento a giovedì mattina per la cerimonia ufficiale“

La Fontana del Genio di piazza della Rivoluzione giovedì verrà riconsegna alla città dopo una scrupolosa opera di restauro. Il rifacimento del monumento è stato finanziato dai soci della cooperativa Coop Alleanza 3.0 e patrocinato dal Comune di Palermo. La riconsegna uffficiale avverrà alle 11.30: appuntamento nei locali dell’assessorato Attività Sociali del Comune (via Garibaldi 26).

All’incontro con la stampa saranno presenti il sindaco di Palermo Leoluca Orlando; Enrico Quarello, coordinatore Politiche Sociali Coop Alleanza 3.0; Enrico Bressan, presidente Fondaco Italia; Antonella Chiazza, docente e Mario Massimo Cherido, amministratore unico Lares.

Al termine della conferenza stampa si procederà alla scopertura della Fontana, in piazza Rivoluzione, a pochi metri dalla sede dell’incontro. Il monumento è stato realizzato presumibilmente alla fine del Cinquecento per adornare il molo nuovo, prima di essere spostato nella sua attuale collocazione per sostituire la fontana di Cerere.

“Il recupero dell’opera d’arte – si legge in una nota – è stato finanziato grazie a “Opera Tua”, il progetto di Coop Alleanza 3.0 che, in collaborazione con Fondaco Italia, valorizza il patrimonio artistico locale composto da grandi e piccoli capolavori, a volte un po’ trascurati, in modo da restituirli alla comunità in tutta la loro bellezza”.“

Potrebbe interessarti: https://www.palermotoday.it/cronaca/fontana-genio-concluso-restauro-piazza-rivoluzione.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/PalermoToday/115632155195201

La Casa delle Farfalle raggiunge “quota 1000”: l’ultima nata si chiama Heliconia „La Casa delle Farfalle raggiunge “quota 1000”: l’ultima nata si chiama Heliconia

La Casa delle Farfalle raggiunge “quota 1000”: l’ultima nata si chiama Heliconia
„La “magia” è avvenuta lo sguardo attento e stupito di una delle numerose scolaresche in visita nella struttura immersa nel giardino di Palazzo Riso. La farfalla arancione, della specie “Dryas Julia”, in natura beve le lacrime del caimano“

E’ nata in questo weekend la farfalla numero 1000 ospitata all’interno della Casa delle Farfalle di Palermo, che si trova presso il giardino del museo regionale d’arte contemporanea e moderna della Sicilia di Palazzo Riso (corso Vittorio Emanuele, 365): un paradiso tropicale urbano progettato da Enzo Scarso e coordinato dal team di professionisti di BuattaLab in collaborazione con Extroart e la partecipazione delle auto elettriche della Sbc.

L’ultima arrivata alla Casa delle Farfalle si chiama Heliconia. E’ una bellissima farfalla colorata della specie “Dryas Julia” ed è nata sotto lo sguardo attento e stupito di una delle numerose scolaresche ma anche di tanti palermitani e turisti che stavano visitando la struttura immersa nel verde. Questa farfalla è diffusa in America Settentrionale, Centrale e Meridionale. L’apertura alare va da 82 a 92 millimetri; le ali sono colorate nella gamma dell’arancione (più brillante nei maschi) con marcature nere. Questa farfalla può volare velocemente e frequenta foreste e terre boscate. Si nutre del nettare di fiori e in natura beve le lacrime del caimano, di cui irrita l’occhio per farlo piangere.

Ammirare dal vivo la nascita di una farfalla è una magia che non smette di incantare grandi e piccini. Sono state finora mille le farfalle che sono nate a “La casa delle farfalle” di Palermo dalla sua apertura dello scorso 14 febbraio, ad oggi, centinaia e centinaia di nuove nascite. Ed è meraviglia ogni volta che accade. Ogni settimana nascono circa 100-150 farfalle, il cui ciclo vitale dura in genere un paio di settimane, anche se alcune riescono a vivere fino a un mese. La nascita di nuove farfalle è un evento che si verifica soprattutto nelle prime ore della mattina, accade quindi che i fortunati ad ammirarlo dal vivo siano spesso gli studenti in visita. Il team che cura i piccoli abitanti della Casa cerca di far nascere farfalle di specie sempre diverse, provenienti dal Centro Sud America, dal Centro Africa e dall’Asia, in modo da ospitare buona parte delle varietà più caratteristiche della fascia tropicale e offrire ai tanti visitatori l’opportunità di ammirare specie sempre differenti.

Una vera e propria magia per chi può assistere di presenza a questo evento tanto misterioso quanto affascinante, com’è la trasformazione del bruco in farfalla. Il bruco, a maturità, si trasforma in crisalide, all’interno di questa, avviene la metamorfosi durante la quale si trasforma in farfalla. Appena formata, la farfalla rompe le pareti della crisalide e fuoriesce. Non è tuttavia ancora pronta a volare perché dovrà distendere le ali e asciugarle. Operazioni queste che possono richiedere anche alcune ore. Una volta che le ali sono pronte, la farfalla spiccherà il volo. Durante la loro vita, che dura in media 10-15 giorni, le farfalle si riproducono e le femmine vanno a deporre le uova al di sotto delle foglie della pianta nutrice del bruco, dalle uova nasceranno dei bruchi che avranno come unico scopo nella vita quello di alimentarsi. Poi si trasformeranno in crisalidi e nel giro di qualche settimana, un nuovo ciclo di vita si completerà. 

Ci sarà tempo fino a metà giugno per poter visitare “La Casa delle farfalle” di Palermo e se si è fortunati assistere a questo magico processo. Le visite sono aperte a tutti, sia gruppi che singoli privati: un’occasione unica per addentrarsi in un luogo dove il tempo sembra essersi fermato.  


Anche la Regione celebra l’8 marzo, musei gratis per le donne „Anche la Regione celebra l’8 marzo, musei Anche la Regione celebra l’8 marzo, musei gratis per le donne

Anche la Regione celebra l'8 marzo, musei gratis per le donne „Anche la Regione celebra l'8 marzo, musei gratis per le donne“

Anche la Regione celebra l’8 marzo, musei gratis per le donne

Musei gratis per le donne in Sicilia l’8 marzo. L’iniziativa, promossa dalla Regione, prevede l’ingresso libero in tutti i siti culturali dell’Isola. Per l’occasione verranno organizzate anche mostre, visite guidate, eventi e iniziative a tema, mirati a sottolineare il rilievo culturale della festa della donna. 

A Palazzo Abatellis è in programma un evento che parla di restauro e di restauratrici: una scultura del Rinascimento presentata al pubblico dopo il restauro. Il Salinas di Palermo proporrà le giornate di studi “L’archeologia delle donne in Italia dal XX secolo al futuro”, una serie di tavoli tematici dedicati alle donne in archeologia.

Festa della donna, tutti gli eventi per trascorrere l’8 marzo a Palermo e provincia

Fra gli eventi programmati, al museo di Messina l’iniziativa “Posto occupato”, progetto nazionale dedicato alle vittime della violenza di genere. Davanti al dipinto “La strage degli innocenti”, del messinese Alonzo Rodriguez, verrà riservato un “posto occupato” per portare all’attenzione dei visitatori gli episodi di violenza proprio davanti a un prezioso quadro che descrive il fatto evangelico narrato dal pittore dove una donna arriva fino all’estremo sacrificio per proteggere i propri figli.

“Quello della violenza sulle donne – sottolinea il presidente della Regione Nello Musumeci – è un tema sul quale il mio governo non si vuole ricordare solo l’8 marzo, come se fosse solo un obbligo di calendario. Ecco perché, al di là delle iniziative messe in campo per questa giornata, abbiamo nel corso delle scorse settimane, attraverso l’assessorato alla Famiglia, finanziato trentuno nuovi sportelli d’ascolto per vittime di violenza e ventisei ‘Borse-lavoro’. L’idea è quella di creare, da un lato, una rete capillare in tutta l’Isola per aiutare tantissime donne a compiere un gesto, quello della denuncia, al quale troppo spesso rinunciano proprio per mancanza di strutture adeguate, in grado di raccogliere il loro profondo disagio e, dall’altro, favorire il loro inserimento occupazionale in enti socio-assistenziali dell’Isola. Un’opportunità con l’obiettivo di sostenere un percorso mirato alla loro autonomia economica”.

Al Paolo Orsi di Siracusa si terrà la manifestazione “Profili di donna”, letture drammatizzate a cura dell’Accademia d’arte del dramma antico.La Soprintendenza di Catania organizza, invece, “La donna nell’arte. Le arti per le donne”, un momento per ricordare le conquiste sociali, economiche e politiche, ma anche le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono oggetto in tutte le parti del mondo.

 

“Anche queste iniziative, assieme all’ingresso gratuito la prima domenica del mese e l’istituzione della tessera di fidelizzazione dei musei – dice l’assessore dei Beni culturali Sebastiano Tusa – costituiscono parte della campagna di sensibilizzazione messa in atto dal mio assessorato. Parlare di donne sotto la lente dell’arte, rappresenta la cifra dell’attenzione che la Regione Siciliana riserva al mondo femminile in questo particolare momento di recrudescenza del fenomeno della violenza. Fatti di cronaca – aggiunge Tusa – ci ricordano che siamo ancora lontani dal superamento di una questione del nostro tempo che sembra gettarci indietro verso il baratro dell’inciviltà. Il governo Musumeci vuole con le sue iniziative programmate per l’8 marzo in tutta l’Isola, dare senso e visibilità all’apporto della cultura per vincere una battaglia che deve vedere tutti i siciliani partecipi e protagonisti”.



 

Condividi su
EMAIL
Facebook
GOOGLE
https://www.bb-zammu.it/author/admin">
Twitter

Tutti gli eventi a Palermo e provincia per la Festa della donna, 8 marzo 2019 „Festa della donna, tutti gli eventi per trascorrere l’8 marzo a

Tutti gli eventi a Palermo e provincia per la Festa della donna, 8 marzo 2019 „Cene, spettacoli, concerti, feste, mostre, tour: qualche idea per trascorrere la festa dedicata al gentil sesso all'insegna della riflessione mista a un pizzico di divertimento. E non mancheranno le mimose“

Tutti gli eventi a Palermo e provincia per la Festa della donna, 8 marzo 2019
„n giorno che diviene simbolo, un simbolo che si fa commemorazione. Riccore l’8 marzo la Festa della donna, la giornata in cui si celebra il gentil sesso ricordando le conquiste sociali, le discriminazioni e le violenze di cui sono state vittime. La festa, che nasce oltreoceano negli Stati Uniti, fu celebrata per la prima volta a inizio del secolo scorso, per poi approdare in Italia nel 1922. Tra impegno civile e un po’ di leggerezza, sono tanti gli eventi che si svolgono tra Palermo e provincia per ricordare ma anche per festeggiare le donne tra mimose e rispetto.“

 

Condividi su
EMAIL
Facebook
GOOGLE
https://www.bb-zammu.it/author/admin">
Twitter